SEGNALI

Keeping up with the Kattarshians

segnali_Kattarshians_990_001.jpg

Internet e gattini: una lunga storia d’amore fatta di meme, video buffi e foto ad alta concentrazione di tenerezza. Coloro che sono immuni dal potere benefico della pet-therapy storcono il naso perplessi, altri ritengono che - per quanto i gatti siano bellissimi - forse si stia un po’ esagerando, ma quel che è certo è che il cat-power online non accenna a scemare, come dimostra il sorprendente successo internazionale del primo reality-show interamente felino.

Keeping up with the Kattarshians – prodotto per il web dall’islandese Inga Lind Karlsdóttir in collaborazione con un’associazione per la tutela dei felini – nasce con il nobile intento di far adottare quattro gattini senza famiglia e di sensibilizzare il pubblico sul tema delle adozioni da gattili e canili.

Il format è semplicissimo: quattro piccoli felini ripresi 24 ore su 24 da una serie di telecamere nascoste in una casa di bambole over-size, arredata di tutto punto e disseminata di oggetti di design, dalla Louis Ghost alla Ball Chair. Il risultato è stato un vero e proprio boom di visualizzazioni con l’adozione in brevissimo tempo di Guðni, Ronja, Briet e Stubbur, alle cui dinamiche quotidiane si sono presto appassionati tutti, islandesi e non. Dato il clamoroso successo, sono stati individuati altri quattro cuccioli da inserire nella casa per proseguire con il format.

È possibile seguire Keeping up with the Kattarshians collegandosi al  sito dell’emittente Nutiminn: www.nutiminn.is/kattarshians/.

segnali_Kattarshians_990_002.jpg