STORIE DI DESIGN

Flexform

Matteo Galimberti, Owner & Italy Sales Director

Un percorso di crescita condivisa da 55 anni


C’era una volta il Salone del Mobile, quello del 1961, della 1a edizione, a cui parteciparono in 328. “E da allora non abbiamo più smesso – precisa Matteo Galimberti. Credo che Flexform sia nel novero delle 15 aziende* che hanno preso parte ininterrottamente al Salone tra le centinaia e centinaia che si sono aggiunte nel tempo”.

Un sodalizio ininterrotto, un cammino comune. “Se l'anno solare va da gennaio a dicembre, il calendario della nostra organizzazione aziendale va da Salone a Salone. C'è molto più che un contatto tra Flexform e il Salone del Mobile di Milano: c'è un percorso di crescita condivisa che va avanti da 55 anni”.

Come ci si affeziona a un arredo piuttosto che a un altro? “Quando nel 2001 abbiamo presentato il divano “Groundpiece” non potevamo immaginare che sarebbe diventato un best seller. Aveva caratteristiche innovative – la seduta bassa e profonda, il bracciolo/schienale-contenitore – che ne hanno decretato un immediato successo. Avevamo forse compreso in maniera empirica – senza fare indagini di mercato ma con le antenne tese ad ascoltare il mercato – che si stava profilando un nuovo modo di vivere: il divano, più informale, globale e legato a sempre più funzioni – non solo conversare, leggere e guardare la TV, ma anche studiare, lavorare al computer, mangiare, bere, dormire. 

storie_Galimberti_990_000.jpg

L’imprenditore e il designer: un binomio inscindibile? “La committenza illuminata da una parte e un progettista visionario dall'altra sono i genitori naturali di ogni progetto ben riuscito. Complementari come Yin e Yang, dalla loro interazione e condivisione nasce ogni oggetto. Nell'era dello sharing cosa c'è di più moderno di questa intensa relazione imprenditore-designer?

Un’azienda che ha anticipato il futuro, come immagina il design dei prossimi 10-15 anni? “Ci sarà sempre il buon design che è quello del progetto pensato oltre che per il profitto per il progresso. Sta alla singola azienda darsi come missione il solo profitto o un profitto che contribuisca al progresso, ovvero all'aumento della qualità della vita pensando pezzi per la casa che possano contribuire a rendere migliore la quotidianità”.

Mi auguro che sarà questo design di valore, pensato per l'uomo, a sopravvivere. Un design pensato per durare, semplice, bello e sostenibile!"

  • storie_Galimberti_990_001.jpg
  • storie_Galimberti_990_002.jpg
  • storie_Galimberti_990_003.jpg
  • storie_Galimberti_990_004.jpg
  • storie_Galimberti_990_005.jpg
  • storie_Flexform_990_006b_2002.jpg
  • storie_Flexform_990_007b_2004.jpg
  • storie_Flexform_990_008_2005.jpg
  • storie_Flexform_990_008_2007.jpg

*Le aziende che hanno partecipato a tutte le 55 edizioni del Salone del Mobile sono: Besana, Flexform, Gervasoni, Giorgetti, Gruppo Industriale Busnelli, IPE, Medea, Minotti, Misura Emme, Molteni & C., Pianca, Porro, Potocco, Roma Imperiale e Turri